Destinazioni, Kenya

Introduzione viaggio Kenya

introduzione-viaggio-kenya
Tempo di Lettura: 8 minuti

Periodo viaggio: luglio 2019
Durata: 13 giorni / 11 notti
Prezzo totale a persona: 2.000€ circa
Itinerario: Nairobi, Masaai Mara, Watamu


Valentina e Cristian raccontano...
Vi raccontiamo…

Il dito sul mappamondo si posa per l’estate 2019 sul grande Continente nero, la curiosità di provare nuove forti emozioni tra la natura selvaggia, vivere l’ospitalità della gente sempre sorridente e il mare da favola ci spingono a scegliere la terra dei Masai, anche per un discorso di budget ed organizzazione.
Inizia così l’organizzazione del nostro viaggio in Kenya zaino in spalla.

#Perchè in Kenya?
Volevamo fare un viaggio in Africa, scoprire i caratteristici paesaggi della savana e fare il safari, possibilmente di qualche giorno ma senza svenarci troppo. E poi trascorrere anche qualche giorno al mare in qualche località non caotica e caratteristica. In sostanza qualcosa di sensatamente economico, per fare safari e mare. Il Kenya su questo è un’opzione completa.

#Cosa compreso nel prezzo totale sostenuto a persona?
+Volo Oman Air A/R Milano MXP – Nairobi con layover di 8h a Muscat
+eVisa Kenya
+1 notte in hotel a Nairobi
+safari completo 4gg – 3notti
+5 notti appartamento in Watamu
+assicurazione medica, bagagli, cancellazione Columbus Viaggi
+Volo interno Kenya Airways transfer Nairobi – Malindi
+Volo interno Fly540 transfer Malindi – Nairobi
+trasferimenti da/per aeroporti in Italia e in Kenya
+spese parcheggio CiaoParking a Malpensa
+pedaggi autostradali
+spese per pranzi/cene
+ritiro contanti ATM e cambio da Euro
+escursioni varie sul posto
+mance
+area lounge in aeroporto Muscat

Grafico spese a persona

#Dubbi frequenti prima di partire?
*Nessuna vaccinazione antimalarica obbligatoria. Solo se si arriva o transita da paesi a rischio trasmissione (ad es. Etiopia) è obbligatorio certificato di vaccinazione contro febbre gialla. In alcuni casi potrebbe somministrarlo direttamente anche le Autorità aeroportuali.
*Solo se diretti in specifiche zone endemiche o periodi delle piogge è bene valutare una profilassi preventiva, consultando medico e sito della Farnesina; in generale è sufficiente tenere precauzioni e accorgimenti quali repellenti tropicali, vestiti chiari, zanzariere durante la notte.
*Gli avvisi descrivono un permanente livello elevato di criminalità presso i grandi centri di Nairobi e Mombasa, e rimane alto il rischio terroristico: pertanto è bene prestare sempre prudenza adottando le normali precauzioni. L’area costiera, capitale e centro-nord del Paese sono ritenute le più soggette a pericoli; nei luoghi pubblici sono comunque intensificati i controlli e sulla costa la situazione è apparentemente molto tranquilla, soprattutto nelle zone più turistiche.
Sempre utile e consigliato registrarsi sul portale DOVESIAMONELMONDO;
*Nessun cambio moneta prima di partire, solo un piccolo cambio all’arrivo per avere un minimo di contanti per cibo e trasferimento
Il cambio degli ATM e delle agenzie è quasi sempre uguale o molto simile, la differenza è che con la banca pagherete una commissione (fissa o in percentuale, dipende dal contratto), mentre in agenzia le spese saranno già comprese nel valore di scambio.
Suggeriamo ATM Barclays all’angolo del terminal D, con una commissione fissa di 3,99$
*La mobilità cellulare è presente ovunque, all’arrivo troverete tanti punti dove comprare una sim locale dal costo di 10€ circa su presentazione del passaporto, con voce e dati. E’ sicuramente comodo e sicuro ma, almeno per noi, non è stato strettamente necessario: le maggiori aree pubbliche e locali più moderni hanno wi-fi, così come hotel, campeggi e strutture varie. Inoltre sicuramente anche il vostro operatore consentirà un traffico telefonico, ma informatevi sui prezzi sicuramente maggiori.
Valutare inoltre che spesso può mancare corrente in certe zone (come spesso accaduto in zona Watamu/Malindi), in quel caso i wifi non funzionano.
*Il DIVIETO SACCHETTI PLASTICA è stato introdotto nel paese per combattere l’inquinamento nei parchi e sulla costa: evitate i classici sacchetti della spesa o involucri aggiuntivi, negli aeroporti spesso ci sono controlli appositi, anche se spesso abbastanza tolleranti.
*Munirsi di assicurazione viaggio soprattutto comprensiva di copertura per spese mediche, molto costose da sostenere privatamente. Prediligere quelle con pagamento diretto.
*Consigliato il visto elettronico dal portale ufficiale, costo 40€ a cui saranno aggiunte spese commissione carta credito. Procedura piuttosto semplice e veloce, disponibili anche utili guide. Rilascio digitale entro 48h da stampare in forma cartacea. All’arrivo dovrete comunque rispondere a qualche domanda di controllo delle autorità durante scansione impronte e foto, ma eviterete i tempi di compilazione dei moduli se non fatto sul volo.
*Il clima varia in base alle zone ed alle stagioni: il paese si trova nella fascia equatoriale e ha 3 zone climatiche. Zona costiera con molto caldo e umidità da novembre a marzo, mare più pulito da alghe e meno vento, mentre giugno-agosto, usciti dal periodo di pioggie temperature più miti e mare ancora un pò agitato.
La zona degli altipiani del sud che comprende Nairobi ed i parchi, è più mite e piovosa: le temperature spesso si mantengono basse nella notte con escursione termica anche di 10-20°C. Altitudine medie di 1500m favoriscono rovesci tutto l’anno, mentre allontanandosi dalla parte centrale dell’altopiano, gli altri parche e riserve rimangono più secchi ed aridi.
La zona nord è la più arida e calda del paese dove si trovano quote più basse: caldo torrido e poche piogge tutto l’anno, luglio-agosto i periodi meno caldi.
*Periodo migliore per safari parchi e altopiano: giugno-settembre (Grande Migrazione nel Masai Mara) e gennaio-febbraio.
Periodo migliore per vita da spiaggia: agosto-settembre, dicembre-febbraio. I mesi appena precedenti sono leggermente peggiori ma possono regalare periodi soleggiati (o poco nuvolosi), meno presenza turisitica e prezzi migliori.
*La costa sull’Oceano Indiano è soggetta al fenomeno dell’alta-bassa marea, che si ripresenta due volte al giorno. Qui si possono seguire gli andamenti per organizzarsi le escursioni.
*Le alghe sono molto presenti a riva, soprattutto dopo la stagione invernale si trovano vere e proprie dune in alcuni punti, che vengono bruciate o seppellite sotto la sabbia: in genere però il mare da fine luglio ripulisce gradualmente il tutto (purtroppo a volte si trovano anche plastica e rifiuti) e comunque ci sono zone meno colpite da questo fenomeno.

Zone climatiche Kenya (fonte: climieviaggi.it)

Organizzato dall’Italia:
-voli internazionali A/R
-voli interni
-safari
-pernottamenti Nairobi, camping e Watamu

#ESPERIENZA CON OMAN AIR
Valutiamo complessivamente più che discreta l’esperienza con la compagnia omanita, al momento dell’acquisto del volo, l’offerta più economica anche se scomoda per durata layover.
Inizialmente l’idea era di acquistare un multitratta (andata su Nairobi e rientro da Mombasa), purtroppo l’attesa ha modificato sensibilmente i costi e le disponibilità: abbiamo ripiegato con questa soluzione, aggiungendo poi voli domestici economici, purtroppo con uno scalo lungo a Muscat di 8 ore.
Tratta Milano – Muscat e viceversa con Airbus A330, durata volo 6h 35m in notturna: intrattenimento multimediale molto valido, cena e colazione discreta (carne, pesce, veg), materiale per notte, attenzione e cortesia del personale.
Tratta Muscat – Nairobi e viceversa con Boeing 737-800, durata volo 5h 5m: aereo più piccolo, intrattenimento comunque buono, cibo e servizio sufficiente ma sbrigativo.
Lo scalo di 8 ore nell’aeroporto di Muscat può rilevarsi impegnativo, alcuni piccoli consigli:
-è possibile contattare preventivamente Oman Air nell’area dedicata agli stopover o il portale vacanze per pacchetti viaggio. Per gli scali lunghi infatti sono presenti offerte per pernottamenti in hotel convenzionati della città di diverse categorie, dove viene offerta una notte gratis a fronte di una permanenza di 2 o 3 notti. E’ una chiara iniziativa di promozione al turismo del paese, e se avete più tempo e qualche soldino da investire, può essere una bella idea inserire una mini vacanza durante la vacanza. I contatti sono veloci e trasparenti (anche in italiano per l’ufficio di Milano) anche solo per ricevere informazioni;
-ci sono anche tanti tour operator locali che organizzano diversi tour con pick-up e drop-off da hotel o aeroporto. Le offerte sono varie e complete, dal giro turistico di 4 ore nella capitale, alle escursioni nel deserto o tra le montagne verdi, e tanto altro. Anche qui potete contattare le numerose agenzie locali inviando una mail informativa in inglese per programmi e costi.
-inoltre, ricercando in internet, si troveranno anche tante agenzie italiane specializzate in Oman e Muscat;
-con un layover di 8 ore, potete optare ad esempio per un tour della capitale della durata di 4 ore circa, con prelievo in aeroporto da autista privato con aria condizionata, varie tappe obbligate in città come la Grande Moschea, Sultan Armed Forced Museum, il mercato Mutrah Souq e altri brevi stop vicino al lungomare. Prezzi a partire da 50 OMR ovvero circa 115€ totali (per auto da 1-4 persone);
-se vorrete organizzare un tour, ricordatevi quale clima troverete (in estate il caldo nelle ore centrali è potente e afoso, non adattissimo a lunghe passeggiate), e soprattutto di fare il visto per uscire in terra omanita. Si può richiedere solo in formato elettronico dal sito della Royal Oman Police, pagamento con carta di debito/credito e costo di 20 OMR (circa 46€) a persona. Rilascio digitale entro 72 ore.
Se siete in coppia e valutate un breve tour di mezza giornata, vi costerà quindi almeno 160€ (eventuali spese extra escluse).

Sul volo Oman Air

#MUSCAT INTERNATIONAL AIRPORT
-per dislocazione della pista di atterraggio, l’aereo farà una manovra di inversione dopo un primo passaggio sulla città, normale procedura;
-l’aeroporto si trova a circa 32km dal centro storico, ben servito da numerose opzioni di trasferimento anche gratuite. Qui si trovano alcune soluzioni;
-la struttura è davvero molto carina, moderna e con uno stile minimal tendente all’orientale, molto spazioso, pulito e con tanto personale disponibile e gentile per qualsiasi richiesta di informazioni;
-all’interno ci sono tanti negozi di lusso, duty free shop molto forniti e diversi cafè-ristoranti internazionali per mangiare e bere;
-le aree relax per sedersi o sdraiarsi non sono tante, forse perchè per ragioni di decoro non sarebbe possibile “bivaccare”, come scritto in diversi cartelli. In realtà tutti lo fanno e nessuno si lamenta;
-wi-fi libero accessibile su registrazione del proprio numero di cellulare e con durata massima di 4 ore;
-al piano superiore, accedendo dalle scale vicino all’area con gli ATM, si trovano le due aree lounge, molto valide per rigenerarsi in attesa del volo successivo;
-salite le scale sulla destra trovate Oman Air Business Class Lounge, l’area privata della compagnia per i clienti con prenotazioni business e prime, ma accessibile anche da passeggeri economy richiedendo il servizio in fase di acquisto volo o in reception pagando solo con carte elettroniche. Permanenza massima di 3 ore, costo 12 OMR per adulto;
-salendo le scale sulla sinistra trovate invece Primeclass Lounge, un brand che unisce diverse aree lounge nei maggiori aeroporti del mondo e convenzionato con diverse compagnie aeree internazionali.
I servizi offerti sono maggiori e migliori, anche se costa di più: si accede senza prenotazione pagando con carte elettroniche alla reception, permanenza massima 3 ore, costo 20 OMR a persona (circa 45€).
Al check-in potete usufruire tra le varie cose di wi-fi (NETWORK: Primeclass Lounge – PASSWORD: Primeclass2019), carta stampata internazionale, voucher per massaggio, aree relax di lettura con dispositivi di ricarica, docce e spogliatoi, sala fumatori, deposito bagagli o oggetti valore.
Su disponibilità viene concessa anche una camera da letto, esattamente come se fosse una sistemazione hotel, per una brevissima permanenza. Ideale per un intenso riposo in un morbido letto (ma dotatevi di mascherina per far fronte alla luce che passa dalle tende bianche se sostate di giorno) per poi farsi una doccia tonificante nel pulito e spazioso bagno privato. Entro i tempi stabiliti, potete anche usufruire dei diversi buffet bar disponibili ricchi di portate locali ed internazionali.
Se siete in coppia e volete trascorrere qualche ora di relax in questa lounge, vi costerà circa 92€ per tre ore di permanenza.
Non pochi ma spesi beni anche se per una durata piuttosto breve.

Nairobi | Maasai Mara | Watamu

0 Comments
Share

monkeysmovingx.it